INO
CNR
vai_a_storia   vai_a_organizzazione   vai_a_sedi   vai_a_personale   Area Riservata
    English English Version  
 
 
Focus della Ricerca
In questa sezione sono mostrate:
le possibilità di tesi e dottorati disponibili presso le strutture di ricerca INO, gli aggiornamenti sugli sviluppi delle ricerche attuali INO anche tramite anticipazioni di lavori in uscita su riviste o presentazioni a Congressi.
Questa sezione presenta la parte di eccellenza e maggiormente innovativa dell'attività di ricerca svolta presso i laboratori dell'INO.

RisultatoEventiTesiDottoratoSeminario
  Anni:  2016  2015  2014  2011   
News del 23/04/2014Studio delle proprietà ottiche di sistemi biologici con colorazione strutturale
      I colori mostrati da sistemi biologici come animali o piante sono ottenuti tramite strategie ottiche ottimizzate da centinaia di milioni di anni di evoluzione. Alcuni sistemi ottengono la loro colorazione tramite assorbimento selettivo di alcune lunghezze d’onda della luce da parte di pigmenti, altri invece tramite fenomeni di interferenza proveniente dallo scattering della luce da parte di complesse microstrutture fotoniche (colori strutturali). Colori strutturali sono generati tipicamente da sistemi ordinati, e si ritrovano ad esempio nelle ali di molte farfalle, la cui struttura periodica riflette colori accesi ed iridescenti. Anche strutture prevalentemente disordinate con un certo grado di correlazioni a corto raggio possono generare fenomeni di interferenza che portano a riflettere solamente alcune lunghezze d’onda della luce. Un esempio è il colore blu-verde del piumaggio di alcuni pappagalli dell’amazzonia (es. scarlet macaw). Il colore bianco invece proviene dalla riflessione diffusa, su larga banda spettrale, della luce, ottenuta generalmente tramite scattering attraverso sistemi “random”. Un esempio è costituito da alcune specie di scarafaggi (L.Stigma, Cyphochilus) la cui corazza mostra un colore bianco particolarmente brillante, risultante da una struttura cuticulare disordinata opportunamente “ingegnerizzata”. Lo studio e la comprensione dei fenomeni che regolano la propagazione della luce in tali sistemi biologici, oltre ad essere di per sé interessante, risulta fondamentale nello sviluppo di nuovi sistemi fotonici “bio-inspired” tecnologicamente avanzati. Si propone, come lavoro di tesi, uno studio sperimentale delle proprietà ottiche di sistemi biologici, quali piume di pappagallo e scaglie degli scarafaggi L. Stigma e Cyphochilus, con la possibilità inoltre di replicare tali strutture fabbricativamente tramite la tecnologia di 3D direct laser writing.
Visiona il documento allegato      
Notizia fornita da Burresi Matteo per altre informazioni scrivi a: SIR00390@ino.it
      

INO © Istituto Nazionale di Ottica - Largo Fermi 6, 50125 Firenze | Tel. 05523081 Fax 0552337755 - P.IVA 02118311006     P.E.C.    Info