INO
CNR
vai_a_storia   vai_a_organizzazione   vai_a_sedi   vai_a_personale   Area Riservata
    English English Version  
 
 

Rilevare e rendere visibile l'invisibile: documentazione 3D e multi-spettrale per la fruizione di capolavori artistici

  Articoli su Riviste NON JCR/ISI  (anno 2010)

Autori:  Remondino F., Pelagotti A

Affiliazione Autori:  Fondazione Bruno Kessler, 3D optical metrology unit, Trento, Italy; CNR Istituto Nazionale di Ottica, Largo E. Fermi 6, 50125 Firenze, Italy

Riassunto:  Rilievi metrici tridimensionali (3D) e indagini multi-spettrali rappresentano un aiuto insostituibile per documentare, conservare, restaurare e comunicare il patrimonioculturale. Un progetto interdisciplinare tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Merdidionale, la Fondazione Bruno Kessler di Trento e la ditta Art-Test sas di Firenze ha portato alla realizzazione di un modello 3D mutli-risoluzione e multi-spettrale per la documentazione e la visualizzazione di una delle tombe etrusche più belle della Necropoli di Tarquinia, sepolcro attualmente visibile solo in parte ai visitatori attraverso una porta di vetro. La ricostruzione virtuale e ele indagini multi-spettrali sono state recentemente inserire in una mostra multimediale sugli Etruschi in corsoa Bruxelles fino aa aprile 2011.

Rivista/Giornale NON ISI:  Archeomatica
Volume n.:  1 (3)      Pagine da: 6  a: 11

INO © Istituto Nazionale di Ottica - Largo Fermi 6, 50125 Firenze | Tel. 05523081 Fax 0552337755 - P.IVA 02118311006     P.E.C.    Info